Biglietteria h. 13:00-20:00 / da Martedì a Sabato T. 035.41 60 601 / 602 / 603
  • Home /
  • News /
  • “Mariella Devia per Gaetano Donizetti”: l’omaggio del soprano al compositore bergamasco
  • “Mariella Devia per Gaetano Donizetti”: l’omaggio del soprano al compositore bergamasco

    “Mariella Devia per Gaetano Donizetti”: l’omaggio del soprano al compositore bergamasco

    Il programma del concerto diretto da Giuseppe Sabbatini è dedicato alle tre regine Tudor

    A fine spettacolo saranno offerti al pubblico i Marron Glacé prodotti da Italcanditi, realtà che ha aderito al progetto “Ambasciatori di Donizetti”

    Bergamo, Teatro Sociale, mercoledì 28 novembre, ore 20.30

     

    Il festival Donizetti Opera entra nel vivo della programmazione ed è alta l’attesa per l’ormai tradizionale concerto vocale che quest’anno avrà per protagonista, mercoledì 28 novembre alle 20.30 al Teatro Sociale, un’interprete d’elezione del repertorio belcantista, il soprano Mariella Devia.

    Dopo l’addio alle scene a conclusione di un’intensa carriera internazionale che abbraccia quattro decenni, il soprano genovese ha intrapreso un tour concertistico che la sta portando sui palcoscenici dei teatri più prestigiosi d’Europa. Fra questi il Sociale di Bergamo, città natale di uno dei compositori più eseguiti e più amati dalla Devia che ha debuttato proprio nella Lucia di Lammermoor donizettiana, ruolo che ha ricoperto per oltre trent’anni e in più di 350 occasioni.

    Il programma del concerto è composto dalle scene finali delle opere che formano la cosiddetta “Trilogia Tudor”: Mariella Devia interpreterà quindi la tre regine Tudor – Anna Bolena, Maria Stuarda ed Elisabetta I – affiancata dalle voci di Federica Vitali, Francisco Brito, Lorenzo Barbieri e Alessandro Ravasio. Sul podio dell’Orchestra Filarmonica del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo, un suo partner storico come Giuseppe Sabbatini che – dopo una rilevante carriera tenorile sui maggiori palcoscenici del mondo – da alcuni anni prende la bacchetta in occasioni speciali come questa; partecipa anche il Coro Donizetti Opera, istruito da Fabio Tartari.

    Alla fine del concerto, il pubblico del Donizetti Opera riceverà una dolce sorpresa: gli spettatori potranno gustare un assaggio di Marron Glacés – delizia di cui lo stesso Gaetano Donizetti era ghiotto – offerto da Italcanditi, simbolo dell’eccellenza della pasticceria e del gusto bergamasco, nata nel 1963 da un’idea di Angelo Goffi, realtà recentemente entrata nel gruppo “Ambasciatori di Donizetti”, sostenitori del festival con Art Bonus.

     

    Di seguito il programma del concerto:

    Mariella Devia Anna Bolena / Maria Stuarda / Elisabetta
    Federica Vitali Anna Kennedy / Sara
    Francisco Brito Leicester / Cecil
    Lorenzo Barbieri Cecil / Nottingham
    Alessandro Ravasio Talbot

    Giuseppe Sabbatini direttore

    Orchestra Filarmonica del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo
    Coro Donizetti Opera
    Fabio Tartari Maestro del coro

    Gaetano Donizetti (1797 – 1848)
    Anna Bolena, Sinfonia
    “Chi può vederla” (Anna Bolena, Atto III)
    “Piangete voi? … Al dolce guidami” (Anna Bolena, Atto III)

    Maria Stuarda, Sinfonia
    “Vedeste?… Deh! Tu di un’umile…
    Di un cor che more… Ah! Se un giorno” (Maria Stuarda, Atto III)

    Roberto Devereux, Sinfonia
    “E Sara in questi orribili momenti… Vivi ingrato…
    Qual sangue versato” (Roberto Devereux, Atto III)